Bentley EXP 100 GT Celebra i 100 anni del marchio con uno sguardo al futuro…

La Bentley si è evoluta moltissimo negli ultimi anni, ma ha grandi progetti per il futuro e lo dimostra con una concept che rompe gli schemi e celebra in maniera dirompente i 100 anni del marchio. È la EXP 100 GT, appena presentata nella sede di Crewe.

La Gran Turismo elettrica per il 2035. Per immaginare l’evoluzione della mobilità la Bentley ha pensato a una sportiva elettrica e autonoma che cerca nuove declinazioni del lusso, inteso sia come qualità di vita a bordo sia come design e qualità. Il contesto immaginato è quello del 2035 e per progettare la EXP i tecnici hanno iniziato dall’abitacolo per poter cucire un vestito degno dell’importante celebrazione. Le grandi portiere verticali lunghe due metri, che includono anche parte del tetto di vetro, dominano la fiancata, mentre il frontale riprende in chiave nuova l’impostazione attuale con i grandi gruppi ottici circolari e una grandissima mascherina, impreziosita da giochi di luce che creano nuove suggestioni. La coda è molto filante e conferma l’intenzione di massimizzare l’efficienza aerodinamica, creando proporzioni aggressive. Con 5,8 metri di lunghezza totale e 2,4 metri di larghezza, le dimensioni sono decisamente importanti, ma la costruzione di carbonio e alluminio ha permesso di mantenere il peso entro il limite di 1.900 kg.

Tre posti e l’assistente virtuale. Gli interni sono stati pensati in funzione delle nuove priorità: il guidatore può decidere di prendere i comandi retrattili o di lasciare al sistema di Livello 4 l’incombenza del controllo del veicolo e quando questo accade tutti i passeggeri devono godere di uno spazio adeguato. Per questo, sono presenti tre sedili singoli sfalsati che permettono di gestire al meglio lo spazio, mentre la plancia è ridotta a elementi dalle linee morbide che si fondono con la console centrale dal taglio minimalista. Trattandosi pur sempre di una limousine inglese non può mancare la versione moderna dell’autista e maggiordomo: per questo nasce l’intelligenza artificiale Bentley Personal Assistant, che di volta in volta è coinvolta nella maggior parte delle funzionalità del veicolo.

Il lusso dei nuovi materiali ecosostenibili. I materiali rivestono un ruolo fondamentale per definire nuovi livelli di lusso e qualità. Per questo la Bentley è ricorsa agli scarti della lavorazione del riso per creare i pigmenti della vernice esterna Compass e ha scelto il legno Riverwood invecchiato 5.000 anni con particelle di rame, mentre i rivestimenti interni utilizzano cotone ricamato, lana inglese, cristallo Cumbria e pellami organici ottenuti dalla lavorazione dell’uva. L’abitacolo è molto luminoso grazie al tetto di vetro e a particolari fibre ottiche che sfruttano dei prismi per incamerare la luce.

I sedili biometrici. I sedili sono dotati di un sistema biometrico che può impostare tutte le regolazioni in base alla modalità di guida selezionata, alla temperatura e alle condizioni climatiche. Il supporto stesso che i cuscini possono offrire al corpo viene modificato in tempo reale dall’Intelligenza artificiale di bordo se la cosa viene considerata necessaria, per esempio per modellare la seduta sul corpo dell’occupante riconosciuto o per contrastare le particolari condizioni di guida. Lo stesso sistema biometrico può anche verificare la pressione sanguigna e i movimenti degli occhi per gestire sia eventuali situazioni d’emergenza che particolari feedback da offrire ai passeggeri.

Le esperienze sensoriali. Ai passeggeri viene offerta anche la possibilità di selezionare cinque diverse esperienze di bordo attraverso comandi gestuali nella zona dove sono posizionati i cristalli Cumbria. Le modalità sono denominate Enhance, Cocoon, Capture, Re-Live e Customise e modificano luce, suono, climatizzazione e fragranze per offrire un’esperienza di bordo straordinaria. Per garantire le condizioni ideali è previsto l’Air Purification System, che purifica l’aria esterna prima di immetterla nell’abitacolo controllandone costantemente i livelli di CO2. Le bocchette di aerazione frontali sono fisse, mentre quelle posteriori sono verificate dall’elettronica di bordo. L’esperienza si completa anche attraverso l’infotainment, con display Oled personali per ogni passeggero, comandi virtuali sui pannelli laterali, comandi fisici di alluminio e rame e un ulteriore display centrale per la proiezione di contenuti durante le fasi di guida autonoma, con la possibilità di oscurare i vetri per la massima privacy.

bentley-exp-100-gt


700 km di autonoma e 300 km/h. Nonostante design e finiture siano al centro dell’attenzione, c’è ancora spazio per parlare del powertrain. La Bentley immagina una vettura più leggera del 35% rispetto alla media attuale e più potente del 50%, controllata grazie all’evoluzione del torque vectoring applicato ai motori elettrici. La potenza non è nota e si parla di una coppia di 1.500 Nm: nelle intenzioni dei progettisti la EXP 100 GT sarà in grado di toccare i 100 km/h da fermo in meno di 2,5 secondi con una punta massima di 300 km/h. L’evoluzione delle batterie e le soluzioni sviluppate per migliorare l’efficienza, tra cui i pneumatici intelligenti Pirelli e l’aerodinamica attiva estesa anche ai cerchi di lega, consentiranno di raggiungere i 700 km di autonomia con appena 15 minuti di tempo per la ricarica completa.