Europa League, Inter eliminata in casa dall’Eintracht

Notte da incubo per l’Inter, che dopo lo 0-0 dell’andata deve dire addio all’Europa League: l’Eintracht passa a San Siro grazie alla rete di Jovic in apertura. Avvio da brividi per i nerazzurri: Handanovic para su Kostic, Haller ribatte a porta vuota e colpisce la traversa al 2’. Tre minuti più tardi arriva il vantaggio tedesco: errore di De Vrij, Jovic in campo aperto scavalca Handanovic. L’Inter è impaurita e rischia di capitolare: al 27’ Haller trova il 2-0, ma la posizione di partenza è irregolare e il gol viene giustamente annullato. Prima dell’intervallo gli ospiti hanno un’altra grande occasione, ma Handanovic salva su Gacinovic. Il copione nella ripresa non cambia: l’Inter ha il pallone ma non riesce a colpire, l’Eintracht riparte e si rende più pericolosa dalle parti di Handanovic rispetto a quanto non facciano i nerazzurri. La prima grande occasione per l’Inter viene creata da Politano, che calcia a giro sul secondo palo ma non trova la porta di poco. Spalletti inserisce Ranocchia al posto di Cedric Soares, con Skriniar che avanza a centrocampo, ma il copione non cambia. E l’Eintracht continua a creare occasioni, senza avere la capacità di chiudere il discorso qualificazione. I nerazzurri ci provano proprio con Skriniar: destro da fuori area, palla fuori di pochissimo. Spalletti si gioca la carta Esposito: fuori Borja Valero. Ma a tenere in partita l’Inter è l’Eintracht, che spreca qualche clamorosa ripartenza per chiudere il discorso. Spalletti si gioca l’ultimo cambio inserendo Merola al posto di uno sfinito Politano. Ma l’Inter non ha la forza per ribaltare il risultato: addio Europa per i nerazzurri.